MEDCAM – Percorso Terapeutico Integrato 2018-07-03T18:02:02+00:00

MEDCAM Percorso Terapeutico Integrato

Ogni disciplina rappresentata in MEDCAM è un ausilio al percorso terapeutico. Per ogni persona ci sono percorsi differenti e personalizzati per recuperare il benessere perso o per mantenere lo stato di salute e, prima di intraprendere un cammino, è assolutamente indispensabile valutare e prendere in considerazione tutti gli aspetti della sua vita. Ecco perché bisogna far nascere un dialogo tra discipline, perché ognuna vede un pezzo del percorso da intraprendere; a volte lo vede tutto ma non lo può portare a compimento, pertanto si deve avvalere del supporto altre dottrine. Altre volte, invece, il medico/terapista riesce a farlo totalmente da solo perché ha già sviluppato un metodo integrato. Ecco spiegato il perché sempre più medici e terapisti decidano di seguire corsi in discipline di medicina complementare e si affianchino a colleghi che possono aiutarli: devono integrare i pezzi mancanti al loro know-how se vogliono veramente risolvere i problemi dei loro pazienti, in particolar modo quelli cronici.

Il Congresso MEDCAM ha lo scopo di riunire tutte queste figure per creare questo dialogo interdisciplinare. Sono numerosissimi i partecipanti, i relatori, le istituzioni e gli sponsor/produttori biotecnologici che ne hanno preso parte e hanno intenzione di partecipare nuovamente.

Il progetto prevede che il portale, dedicato al Congresso MEDCAM, sia di supporto scientifico e tecnologico per lo sviluppo di un percorso terapeutico integrato e del know-how necessario per sostenerlo. Il Congresso MEDCAM (a partire dall’edizione del 2012) diventerà quindi l’occasione per riunirsi e tirare le fila di un intero anno di scambi e contributi da parte di ognuno, nonché l’occasione per instaurare collaborazioni e progetti comuni.

Tra le discipline tematiche trattate in MEDCAM (collegate dalla fisica moderna e quantistica in un percorso terapeutico unico), possiamo citare l’osteopatia, la bio-risonanza, l’agopuntura, la kinesiologia, la chiropratica, lo shiatsu, l’omeopatia, l’ayurveda, la fitoterapia, la naturopatia, l’eav odontoiatrico e molte altre a venire.

Noi crediamo fermamente nello scambio di conoscenze e nella condivisione del sapere, proprio per questa ragione stiamo implementando con successo una rete di medici, terapeuti professionisti, centri e associazioni di categoria che partecipino all’iniziativa e diano vita ad un confronto altamente qualificato.

Giorno dopo giorno, si aprono, con sempre maggiore successo, nuove collaborazioni e scambi formativi, gratuiti e a pagamento, così da accrescere la massa critica di interesse nei confronti della medicina complementare ed in modo più ampio verso un percorso terapeutico individuale e di un concetto più vasto ed integrato di salute individuale, collettiva e dell’ambiente.

IL TUTTO HA UN RISVOLTO PRATICO: SONO GIA’ OPERATIVI I CENTRI PILOTA DI MILANO E ROMA CHE MOSTRERANNO L’INTERO PERCORSO TERAPEUTICO ENTRO POCHI MESI.

Il percorso terapeutico ha luogo in più centri e grazie a numerosi professionisti che comprendono l’importanza di collaborare con colleghi che svolgono un lavoro propedeutico al loro.

Questo già avviene nella pratica quotidiana ma non è mai stato COORDINATO IN MODO INTEGRATO CON UN OSSERVATORIO SCIENTIFICO NAZIONALE E BIOTECNOLOGICO.

Nella nostra personale concezione, la tecnologia deve fare il lavoro meccanico degli operatori e dei pazienti, diminuendo la mole di lavoro per gli operatori e preservando, anzi incentivando, la QUALITA’ DEL LAVORO che ogni medico-terapeuta è in grado di dare, in qualsiasi momento della giornata. Oggigiorno, il modo per fare questo c’è; va solo attuato.

PIU’ RISULTATI, MENO FRUSTRAZIONE: spesso la mancanza di un algoritmo decisionale corretto fa procedere i terapeuti ed i pazienti per tentativi, creando così frustrazione da entrambe le parti e provocando un dispendio economico che non paga; conoscere meglio come funziona FISICAMENTE il percorso terapeutico e perché funziona in quel determinato modo, aiuta a commettere molti meno errori e soprattutto riduce le tempistiche necessarie per trovare la strada di successo.

Le tecnologie e le terapie/trattamenti con queste sono disponibili anche a domicilio e permettono, non solo nei casi in cui risulta impossibile muoversi ma anche nella routine quotidiana, di estendere il braccio terapeutico sino a casa, incentivando così i pazienti a fare gli esercizi consigliati con costanza per procedere nel migliore dei modi durante tutto il percorso terapeutico, e spronandoli a presentarsi agli appuntamenti col terapeuta, che siano a casa o in studio, migliorati e predisposti al nuovo trattamento/passo. Questo permette di mantenere eccellenti effetti terapeutici, responsabilizzando il paziente nei confronti di se stesso e sgravando operatori e clienti da spostamenti inutili SENZA PROVOCARE PERDITE ECONOMICHE SU ENTRAMBI I FRONTI.

LASCIAMO CHE LA TECNOLOGIA CI SUPPORTI, MIGLIORANDO NON SOLO LA QUALITA’ DEL LAVORO MA ANCHE LA QUALITA’ DELLA VITA ; PERMETTIAMO ALLA TECNOLOGIA DI FAVORIRE LO SCAMBIO ECONOMICO CHE RISULTA ASSOLUTAMENTE NECESSARIO PER CONTINUARE A FARE QUESTO LAVORO MANTENENDO STANDARD ELEVATI E COMPETITIVI.

OPERATORI PIÙ SANI: non solo i pazienti e i clienti: spesso il lavoro è usurante: usando le tecniche e le tecnologie giuste, si fa meno fatica e ci si mantiene in forma guarendo sia se stessi che gli altri (non gli altri a discapito di se stessi).

Il progetto MEDCAM è aperto a tutti coloro che desiderano mettersi in gioco e si mostrano interessati ad intraprendere un percorso di condivisione e di miglioramento della propria professione e della propria pratica quotidiana.

Rimaniamo in attesa di un vostro riscontro.

Ing. Andrea Gadducci, Dott.ssa Valentina Brengola e tutto lo staff di MEDCAM