LA BIORISONANZA PER COMBATTERE LO STRESS

LA BIORISONANZA PER COMBATTERE LO STRESS

2019-07-05T10:00:39+00:00 5 Luglio 2019|

La biorisonanza è un metodo di trattamento energetico appartenente alla sfera di discipline che possono raggrupparsi in quello che si definisce oggi la medicina integrata. Queste discipline considerano il paziente come una persona identificata nel suo insieme e non come semplice somma dei singoli organi.

Quello che è possibile affermare è che il nostro IO sia composto da ben 7 corpi all’interno dei quali la materia diventa sempre più rarefatta fino ad arrivare alla dissoluzione completa. La medicina allopatica agisce nel primo corpo, nel secondo corpo detto energetico agiscono l’agopuntura e la riflessologia sui meridiani, nel terzo corpo detto emozionale agiscono le terapie come la bioenergetica e l’auricoloterapia che sfruttano le connessioni tra i vari organi. Nel quarto detto astrale agisce la medicina omeopatica e la biorisonanza. Nel quinto detto mentale, l’ ipnosi. Gli ultimi due corpi sono connessi a livello spirituale e non esiste più l’identificazione con l’Io.

In particolare, la biorisonanza è basata sulla terapia del biofeedback che mediante segnali elettromagnetici emessi dall’organismo permette di generare un trattamento frequenziale che riequilibra l’organismo. In questo caso specifico il DNA, data la sua struttura, si comporta da ricevitore e trasmettitore di onde elettromagnetiche. Quindi ha la capacità di emettere e ricevere informazioni di tipo frequenziale, nonché può entrare in risonanza con altre molecole che risuonano nella stessa frequenza o intervallo di frequenze.

Scopo principale della biorisonanza è quello di stimolare il corpo, attivando le forze di regolazione del proprio organismo e portarlo ad un’auto-guarigione. La biorisonanza si rivela particolarmente utile in caso di problemi psicologi e stress. Nel dettaglio, la biorisonanza è stata individuata come una tecnica innovativa in grado di risolvere, anche in tempi brevi, numerose problematiche psichiche, portando a un aumento della consapevolezza e del controllo sui propri stati d’animo e quindi dei comportamenti.

E’ evidente che un problema base della società moderna è lo stress cronico. Esso infatti sta minacciando, in un crescendo inarrestabile, la salute e la qualità della vita dell’uomo in tutto il mondo industrializzato. Le conseguenze sono innumerevoli problematiche, che vanno dai disagi a patologie gravi, psichiche e/o fisiche. L’unione mente-corpo è ormai riconosciuta dopo le dimostrazioni scientifiche della psiconeuroimmunologia. Mente e corpo, stati d’animo, pensiero, e reazioni fisiologiche sono strettamente integrate e si condizionano a vicenda istante per istante.

Oggi sappiamo che la psicobiologia dello stress, nell’uomo come nell’animale, è più complessa di quanto si ritenesse in passato. Lo studio delle modificazioni somatiche collegate a processi emozionali ha permesso di riconoscere con maggior precisione le basi cerebrali della reattività emozionale e le sue connessioni con la periferia dell’organismo. In questa prospettiva generale il sistema immunitario può essere visto come un sistema biologico in grado di reagire e modificare la sua reattività non solo sulla base di meccanismi automatici interni geneticamente programmati, ma anche sulla base di stimoli esterni fisici, emozionali e psicosociali.

 

Se ti è piaciuto l’articolo aiutaci a crescere! Metti Like sulla nostra pagina Facebook e condividi!

 

Fonte:

Autore:

Biologa specializzata in Scienze molecolari, cellulari e fisiopatologiche