MEDICINA TRADIZIONALE CINESE: COME AGISCE SULLE PATOLOGIE RESPIRATORIE

MEDICINA TRADIZIONALE CINESE: COME AGISCE SULLE PATOLOGIE RESPIRATORIE

2019-07-17T10:33:11+00:00 17 Luglio 2019|

Il nostro corpo ha delle difese naturali (muco del naso, ciglia della trachea, tonsille) per combattere virus e batteri che entrano nell’apparato respiratorio attraverso l’aria, e inoltre utilizza i colpi di tosse e gli starnuti per espellere i microrganismi nocivi. Tuttavia non è raro che una parte di questi riesca a oltrepassare le barriere difensive, provocando disturbi respiratori più o meno seri.

La dimensione epidemiologica delle patologie respiratorie croniche e la storia naturale che porta progressivamente a invalidità, con richieste sempre crescenti di risorse sanitarie, sociali ed economiche, sollecita fortemente interventi preventivi.

La letteratura internazionale ha ormai evidenziato che iniziare una terapia tempestivamente, può ridurre il declino della funzione polmonare e la frequenza delle riacutizzazioni, con ripercussioni positive sia sulla qualità della vita dei pazienti che sulla mortalità.

Considerando, comunque, che a oggi rimane il grosso limite di diagnosticare, classificare e misurare la progressione della malattia, sono sempre di più le evidenze scientifiche che attestano l’importanza di nuove strategie diagnostiche che permettano di identificare i soggetti malati in fase iniziale, indirizzandoli così a un adeguato trattamento terapeutico.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese le patologie respiratorie croniche possono provocare un consistente indebolimento del sistema immunitario con un corrispettivo aumento di complicazione per gli altri organi interni che può determinare, in molti casi, l’insorgere di patologie non legate prettamente all’apparato respiratorio.

L’indebolimento del sistema immunitario può essere dovuto a numerose problematiche che possono agire singolarmente o contemporaneamente. Tra le principali concause di patologie legate all’apparato respiratorio si ricorda: l’inquinamento atmosferico, il fumo di sigaretta, l’esposizione prolungate a determinate sostanze chimiche o polveri. Tutti questi fattori possono compromettere enormemente la funzionalità dell’apparato respiratorio e ancora di più il processo di respirazione. Nella Medicina Tradizionale Cinese, la respirazione è molto importante perché quando non corretta, a causa di stress, sensazioni emotive negative o patologie, può aumentare la vulnerabilità degli organi, soprattutto polmoni e reni.

Dai recenti studi pubblicati in merito a questa tematica, per la cura delle principali patologie legate all’apparato respiratorio si stanno ottenendo ottimi risultati utilizzando tecniche terapeutiche legate alla Medicina Tradizionale Cinese. Il trattamento si propone di utilizzare la sudorazione; poiché i patogeni sono superficiali, presenti sotto la pelle e nelle prime vie aeree. Al tempo stesso è necessario porre attenzione a riattivare la funzione di discesa del polmone per arrestare la dispnea.

Possiamo quindi concludere che la nuova strategia terapeutica nel campo della Medicina Tradizionale cinese è quella di riattivare prima di tutto la diffusione e la discesa del qi di polmone agendo però al tempo stesso su organi e pori cutanei e infine eliminare i liquidi che si sono accumulati nell’organismo e che favoriscono la comparsa di mucosità.

Se ti è piaciuto l’articolo aiutaci a crescere! Metti Like sulla nostra pagina Facebook e condividi!

Fonte:

Medicine Integrate 

Autore:

Biologa specializzata in Scienze molecolari, cellulari e fisiopatologiche